ASSOCIAZIONE
ULTIMA EDIZIONE
ARCHIVIO EDIZIONI
PHOTOGALLERY
DICONO DI NOI
CONTATTI







 

11-12 ottobre 2008
il tema dell’energia: degli animali, dell’uomo, delle macchine e le fonti energetiche

E pur si muove…
Le bandiere sventolano, le vele si gonfiano ed il mare si increspa per l’azione del vento. Nel fiume il sasso rotola e si leviga, la foglia ed il legno vengono trasportati e nella cascata l’acqua si infrange e mostra la sua forza, la sua energia. Basta niente, un briciolo di terra, la luce ed il calore del sole, un po’ di aria per far nascere il piccolo seme, il fiore, la foresta.

Terra, aria, acqua, fuoco!...Come è bello il mondo e come è grande Dio!

Occorre osservare per comprendere, occorre stupirsi per rimanere affascinati, occorre porsi delle domande per muoversi, avventurarsi, conquistare, conoscere.

 


Nella terza edizione di “A riva la machina” gli organizzatori hanno scelto di focalizzare la manifestazione sul tema dell’energia. Non tanto una riflessione sulle fonti energetiche, rinnovabili o meno, su petrolio o nucleare, su inquinamento e degrado ambientale, quanto piuttosto un'esposizione sull'energia come forza necessaria per far muovere, per produrre, per compiere un lavoro.
È stata una conquista lenta, durata millenni. L’uomo ha dovuto scoprire la propria forza, inventare gli strumenti efficaci agli scopi prefissati, ha dovuto addomesticare ed istruire gli animali perché fossero al suo servizio e svolgessero per lui, con più potenza, un lavoro faticoso... fino a scoprire e dominare, con l’attenta osservazione, l’immane energia trasformabile presente nella natura: la potenza dell’acqua, l’energia del fuoco, la forza dell’aria...

Nella rassegna del 2008, in particolare, è stato possibile ammirare:

antichi aratri e carri trainati da una coppia di maestosi buoi provenienti dalla Maremma e da un cavallo andaluso. Soppiantata ai giorni nostri dall'avvento delle macchine agricole, e in particolare dai trattori, l'energia di questi animali è stata per secoli alla base dell'agricoltura italiana. La forza/rendimento costante dei buoi è diventata addirittura proverbiale. Grazie ad alcuni collezionisti ed appassionati sono stati messi in mostra anche basti, gioghi ed altri strumenti che hanno contribuito a sfruttare al massimo la forza animale.

Oltre ai buoi e ai cavalli, altri animali sono stati protagonisti della manifestazione: gli asini e i muli con il loro apporto come animali da lavoro; mucche e vitelli; galline, pavoni, oche e altri volatili;  maiali neri (razza suina antica) e altri animali che hanno ricreato per due giorni le aie delle nostre campagne.

La filiera del vino, dall'uva al prodotto finito,è stata l'occasione per rivivere vecchie tradizioni. Tra l'allegria generale i bambini in visita alla mostra hanno avuto l'opportunità di calarsi nei panni di vendemmiatori; in tanti si sono voluti cimentare a piedi nudi nel rito della pigiatura nell'enorme tinozza, assistendo così in diretta alla trasformazione dell'uva in dolce succo. I presenti hanno potuto immediatamente gustarne la prelibatezza sotto forma di "sugo d'uva", il prelibato "budino" preparato da abili "rezdore".

Il tema della presente edizione è stato riproposto anche grazie a una speciale bicicletta-generatore in grado non di produrre movimento ma energia. L'ingegnoso sistema, tramite l'energia accumulata nel pedalare, provocava l'accensione di alcune lampadine e di un monitor.

Un folto gruppo di persone ha accompagnato l'accensione e le dimostrazioni, tra rombi e fiammate, di un potente bolide di tractor pulling. Il "mostro d'acciaio" è stato messo a disposizione da Romano Mozzoni, campione nazionale 2008 di tractor pulling.

I visitatori hanno potuto scoprire l'antico mestiere del "cordaio", che ha dimostrato in diretta come si producevano le corde destinate ai lavori agricoli.

Nel campo adiacente a Via Della Chiesa si è svolta una gara di traino della slitta: la risposta di pubblico è stata molto positiva, così come il numero dei partecipanti. La competizione prevedeva premi per ogni categoria di gara. Nella serata di domenica è stata organizzata anche una mini sfida di tiro della fune.

Bambini e adulti si sono sfidati nei giochi dei nonni: immancabili le prove di forza, i fucili ad elastico, i trampoli, il "pianta ciod", il lancio della forma e altri rudimentali ma divertenti attività. Tra le novità, la ricostruzione di un'attrazione che spopolava fino a qualche anno fa nei luna park, il "lancio del missile".

L'esposizione di trattori, macchinari e veicoli d'epoca è stata arricchita da nuovi "cimeli" provenienti da collezioni private, tra cui un modello "Case" del 1918, perfettamente funzionante.

Nel contesto della mostra di dispositivi radio e veicoli militari di "Rover Joe", tra le altre novità, alcuni volontari hanno illustrato come costruire artigianalmente la "pila limone" e la "radio galena" (senza pile). Particolare interesse hanno destato anche la riproduzione della sala radio di un sottomarino (1945) e un cannone tedesco da contraerea.

Anche nell'edizione 2008 si è voluto dare spazio all'esposizione di macchine agricole moderne, a testimonianza dell'inarrestabile espansione tecnologica e dell' inesauribile ingegno umano. Con la medesima finalità alcuni capannoni del Quartiere artigianale hanno aperto le porte ai visitatori e hanno messo in luce le attività svolte ogni giorno.

Tra gli stand più caratteristici della terza edizione si segnalano una collezione di coltelli e un gazebo dedicato alla lavorazione del marmo. Un tocco di arte è stato portato anche dai quadri a tema (raffiguranti il lavoro dei buoi nei campi) dell'artista fidentino Sgavetta.

 

Alla cerimonia d'apertura hanno fatto da cornice tanti bambini e ragazzi delle scuole cittadine, unitamente alle autorità. Durante le due giornate, gli stand di gastronomia e prodotti tipici hanno messo a disposizione vino, torta e fritta e specialità contadine, tra cui il cosiddetto "grâs pist"; le offerte sono state devolute come di consueto alla missione in Congo di Suor Giovanna Gallicani.

Per visualizzare la locandina dell'edizione 2008 e altro materiale informativo entra nella sezione download

 

 

 Clicca sul simbolo se preferisci la visualizzazione a schermo intero (per Internet Explorer)